Catania senza politica, ma con tanti politicanti. I catanesi si sono condannati alla peggiore conduzione della città.

Di
Carmelo Finocchiaro
|
18 Luglio 2020

Catania ha bisogno di buona politica che ridisegni, insieme ai suoi cittadini “metropolitani”, il suo futuro. Troppi anni di classe politica scollegata dall’anima e dai problemi della nostra comunità hanno creato disaffezione alle istituzioni, mancata partecipazione, amministrazione lontana dalla gente. Delegare con una “cambiale in bianco”  questa classe dirigente inutile e inetta, non è stato utile per il bene di questa città, che in questi mesi travolta da tante inchieste giudiziarie ha visto crollare i “templi sacri” di un città molto discussa. Insieme al dissesto che ha travolto come uno zunami, decine di politici a partire da Bianco.  Certamente la prossima settimana avremo il verdetto dalla magistratura ,su questo sindaco. Decadrà o uscirà assolto dalle accuse, lo vedremo. Nella ipotesi in cui scattasse la sospensione dei 18 mesi, perchè condannato, appare chiaro che il senso di responsabilità delle forze politiche etnee, dovrà portare alle dimissioni immediate della Giunta e alla successiva e conseguente decadenza del Consiglio Comunale, perche’ la nostra città, per un anno e mezzo non potrà essere retta da chi non è stato eletto dai catanesi, ne tanto meno da un uomo di un Sindaco, eventualmente decaduto per i gravi reati commessi. Auguri Catania. Nessuno ti ha condannato al peggio. A questo ti sei condannata tu nelle urne.

Altre notizie