A Catania il triste primato di morti nel lavoro. Terribili i dati INAIL. Finocchiaro (Azione), fermare la morte di tanti lavoratori, 7 nei primi otto mesi del 2021.

Di
Carmelo Finocchiaro
|
9 Ottobre 2021

Catania ha il triste primato in Sicilia sui morti per lavoro, almeno facendo riferimento ai dati sugli occupati ufficiali. Resta da capire cosa succede fra gli occupati in nero. Il tutto emerge dal rapporto diffuso dall’INAIL. Azione solleciterà attraverso i Parlamentari nazionali, “una verifica sugli enti preposti ai sistemi di controllo“, afferma Carmelo Finocchiaro, responsabile di Catania Metropoli in Azione, che afferma  “chiederemo un forte rafforzamento degli organici a partire dall’ispettorato del lavoro provinciale ormai ridotto a gestire una intera provincia con meno di trenta ispettori, compresi gli uomini del NIL dei Carabinieri”. Ma aggiunge, serve anche un grande senso di responsabilità del mondo imprenditoriale, affinche’ vi sia un rispetto preciso di tutte le regola da seguire. e della attuazione di tutte le misure da seguire a salvaguardia della vità di chi lavora.